RST

HOME
LA RST
STUDI E RICERCHE
PUBBLICAZIONI
LINK
AGENDA
E-MAIL
DOWNLOAD

 

sistema della mobilità
sistema abitativo
STUDI E RICERCHE
AREA TEMATICA:
SISTEMI INFRASTRUTTURALI, MOBILITÀ E SICUREZZA STRADALE

In questa area del sito sono elencati i lavori svolti dalla RST Ricerche e Servizi per il Territorio nel settore dei sistemi infrastrutturali, della mobilità e della sicurezza stradale.

 

I documenti con il titolo evidenziato in blu possono essere consultati in linea o scaricati sul proprio PC (in formato PDF), vedi la sezione "DOCUMENTI IN LINEA E DOWNLOAD"



STUDI DI BASE A SUPPORTO DELLA PREDISPOSIZIONE DEGLI INDIRIZZI GENERALI E LINEE GUIDA DI ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE
QUADERNO 1. PROBLEMI E ISTANZE EMERSI NEL CICLO DI SEMINARI "MOBILITÀ E SICUREZZA: INSIEME VERSO IL 2000"

Riferimenti generali – Indicazioni sullo stato delle infrastrutture – Lo stato della sicurezza – I problei prioritari – Le iniziative intraprese – Le possibilità di miglioramento: proposte – Gli interventi normativi: le modifiche al Codice della Strada – Il Piano Nazionale della Sicurezza Stradale: misure e azioni prioritarie

Ministero dei Lavori Pubblici, Ispettorato Generale per la Circolazione e la Sicurezza Stradale, 2000


STUDI DI BASE A SUPPORTO DELLA PREDISPOSIZIONE DEGLI INDIRIZZI GENERALI E LINEE GUIDA DI ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE
QUADERNO 2. RAPPORTO SULLO STATO DELLA SICUREZZA STRADALE - AGGIORNAMENTO DEI QUADRI STATISTICI AL 1998

Il quadro europeo – Mobilità e infrastrutture – Incidenti, morti e feriti nel complesso – Incidenti per tipo di infrastruttura – Le aree urbane – La rete extraurbana – Modalità di trasporto – Sicurezza stradale e sicurezza sul lavoro – Circostanze e cause degli incidenti – Gli utenti – Utenti deboli e a rischio

Ministero dei Lavori Pubblici, Ispettorato Generale per la Circolazione e la Sicurezza Stradale, 2000


STUDI DI BASE A SUPPORTO DELLA PREDISPOSIZIONE DEGLI INDIRIZZI GENERALI E LINEE GUIDA DI ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE
QUADERNO 3. PARAMETRI E MISURATORI DELL'EVOLUZIONE DELLA SICUREZZA STRADALE

Tendenze evolutive dell’incidentalità rispetto agli obiettivi del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale: Riferimenti generali. Il Quadro Nazionale. Caratteri dell’evoluzione a livello nazionale. Le Regioni. Le grandi aree urbane – Schede dei misuratori di stato ed evoluzione: Livello nazionale. Livello regionale. Livello provinciale. Grandi comuni – Nota metodologica

Ministero dei Lavori Pubblici, Ispettorato Generale per la Circolazione e la Sicurezza Stradale, 2000


CONSULENZA TECNICO-ORGANIZZATIVA PER LA DEFINIZIONE, MONITORAGGIO E GESTIONE DEL PIANO DELLA MOBILITÀ

Linee guida e programma di attività – Aspetti organizzativi e nota sui servizi minimi – Elementi per il catasto della mobilità – Note sul sistema stradale – Servizi minimi, riferimenti di base e criteri per la determinazione – Servizi minimi: ipotesi di lavoro per la determinazione – Mobilità e offerta di trasporto – Nota di sintesi sui servizi minimi di TPL – Elementi per la riorganizzazione del TPL nella provincia di Pisa – Nota sullo stato delle attività e ipotesi di sviluppo – Riconfigurazione dei servizi minimi e aggiuntivi – Schema di programma per la riorganizzazione del Trasporto Pubblico Locale

Provincia di Pisa, 1999


STUDIO PER LA RIORGANIZZAZIONE E IL RILANCIO DELLA LINEA FERROVIARIA CECINA-SALINE DI VOOLTERRA

Quadro generale di riferimento – Materiali di documentazione – Ipotesi di lavoro – Accessibilità, mobilità e infrastrutture, con particolare riferimento alla linea ferroviaria Cecina-Volterra – La linea Cecina-Saline di Volterra: aspetti economici e funzionali – Linee guida del Piano

 

Provincia di Pisa - Regione Toscana - FS Spa, 1998


STUDIO A SUPPORTO DELLA SECONDA RELAZIONE AL PARLAMENTO DULLO STATO DELLA SICUREZZA STRADALE

Aggiornamento dei dati e dei quadri conoscitivi di base sull’incidentalità. 1991-1997 – Miglioramento delle statistiche di base: qualità, completezza, finalizzazione, coordinamento, diffusione – Ricognizione sulle strutture di monitoraggio della sicurezza stradale: Svezia, Finlandia, Francia, Regno Unito, Portogallo, Spagna

Ministero dei Lavori Pubblici, Ispettorato Generale per la Circolazione e la Sicurezza Stradale, 1998


STUDIO PER LA PREDISPOSIZIONE DI UN PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE
- A supporto della I Relazione al Parlamento sullo Stato della Sicurezza Stradale

Stato ed evoluzione dell’incidentalità in Italia – Piani urbani del traffico – Mobilità sostenibile e sicurezza stradale in Europa: stato, evoluzione, indirizzi e programmi dell’UE e degli Stati Membri – Schema di Relazione al Parlamento sullo stato della sicurezza stradale. Verso una politica nazionale della mobilità sostenibile e della sicurezza stradale

Ministero dei Lavori Pubblici, Ispettorato Generale per la Circolazione e la Sicurezza Stradale, 1997


INDAGINE SULLO STATO DELLA PIANIFICAZIONE E DEL GOVERNO DEL TERRITORIO PER L'OSSERVATORIO SULLE POLITICHE TERRITORIALI

Partecipazione e concertazione nel processo decisionale-attuativo delle istituzioni che governano il territorio – Aspetti salienti degli strumenti di accordo e concertazione – Accordi di Programma: provvedimenti legislativi di riferimento e schede riepilogative dei casi di studio – Prima ricognizione sugli accordi interistituzionali – Strumenti di concertazione e processo decisionale

Ministero dei Lavori Pubblici – DICOTER, 1996


PROFILI SOCIALI ED ECONOMICI DELLA MOBILITÀ, CON RIFERIMENTO AI PROBLEMI DELLA SICUREZZA STRADALE

Rapporto di sintesi – Rapporto descrittivo: aspetti generali, ambiti urbani, quadro interpretativo – Basi informative: Aspetti socio-economici, assetto insediativo e infrastrutturale. Stato ed evoluzione della incidentalità. Effetti socio-economici dell’incidentalità, condizioni di sicurezza, controllo. Guida alla consultazione dei dati – Nota di metodo – Rapporto divulgativo

Ministero dei Lavori Pubblici, Ispettorato Generale per la Circolazione e la Sicurezza Stradale, 1996


OSSERVATORIO sul telelavoro: PROCESSI DI INTEGRAZIONE DELLE TELECOMUNICAZIONI NELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE, IMPATTO SOCIO ECONOMICO E TERRITORIALE

Potenzialità di sviluppo del telelavoro in relazione alla struttura produttiva italiana – La rilevazione statistica. Tavole di dettaglio – La rilevazione statistica. Nota di metodo – Le prospettive di integrazione delle telecomunicazioni nei processi produttivi in venti aziende leader italiane – Casi di studio – Politiche di telelavoro nazionali e regionali: casi esteri

Telecom Italia, 1996


GOVERNO DELLA MOBILITÀ E PIANIFICAZIONE URBANISTICA

Rilevazione sistematica: Rapporto di sintesi e nota di metodo. Analisi dei risultati. Allegato statistico – Casi di studio: Sintesi comparativa e nota di metodo. Rapporti monografici sui casi di studio – Sintesi: Quadro interpretativo. Mobilità, traffico, territorio: criteri e strumenti

 

Ministero dei Lavori Pubblici – DICOTER, 1994


INDAGINE SUGLI INDIRIZZI DI POLITICA TERRITORIALE DEI MAGGIORI COMUNI ITALIANI

Nota di sintesi – L’urbanistica della città costruita – La pianificazione – Risorse e trasformazione urbana – Le strutture tecniche – Appendice statistica

CNEL, 1994


CARATTERI E DIMENSIONI DEL TELELAVORO. DALLA SPERIMENTAZIONE AL MERCATO

Riferimenti di base – Il telelavoro in Usa e in Europa: aspetti generali – Sviluppo, politiche e casi di telelavoro in Usa e in Inghilterra – Sviluppo, politiche e casi di telelavoro in Francia e Germania – L’immagine del telelavoro in Italia – Il telelavoro per le imprese e i lavoratori italiani – Riferimenti generali – Potenzialità, limiti e prospettive del telelavoro in Italia

 

Telecom Italia, 1994


PROGETTO C.A.R.T.A.

Inquadramento generale e architettura del sistema – Componenti del sistema – Sottoprogetto F.O.G. / Sottoprogetto S.T.R.A.: organizzazione archivi alfanumerici e struttura dei moduli di rilevazione

Ministero delle Finanze – Direzione del Catasto – Comune di Terni, 1994


REGIONE UMBRIA - PROGETTO URBANISTICA. STRUMENTI ED AUSILI PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO IN RELAZIONE ALLA L.142/90 E ALLA L.241/90

Criteri e standard per la definizione e il coordinamento delle normative urbanistiche: standardizzazione, supporto alla definizione della normativa urbanistica, controllo dei processi di trasformazione della città costruita, controllo sull’ambiente naturale e costruito, snellimento e semplificazione della gestione (a cura della RST) – Procedure di gestione automatica per le normative e sportello urbanistico (a cura del CRUED) – Prospettive di sviluppo

Regione Umbria, 1992


RST RICERCHE E SERVIZI PER IL TERRITORIO SRL     VIA DEGLI SCIPIONI , 181 - 00192 ROMA ITALIA
TELEFONO: 06 3218101 / FAX: 06 3232746 / POSTA ELETTRONICA: rst@rst.it